“AL DI LA' DEI SOGNI”


Michele Bonetto
Presentazione
Interessante perché è un’autobiografia “in progress” visto che chi l’ha commissionata ha solo 35 anni e intende poi continuare a scrivere la storia della sua vita. “Iniziato” alla scrittura fin da piccolo, si definisce “poeta malinconico”, un poeta che ama il calcio (Baggio è il suo idolo) e le corse, ma soprattutto cimentarsi nella scrittura.
Prefazione
E quell’aria da sognatore, Michele, se la porta dietro da sempre!
Sognava da bambino, quando passeggiava tra i boschi di Clarafond e si smarriva nel bosco, lungo i sentieri dei ciclamini, tra i cespugli di more, immaginando il mondo fatato delle favole; sognava da fanciullo, quando a bordo del “magico” trattore dello zio, tra le mucche, fremeva dalla voglia di guidare pensando a spericolate avventure; sognava l’amore, Michele, quello travolgente della giovinezza! Dall’epoca dei sogni, non è passato molto tempo perché Michele, oggi, ha solo 35 anni ma tanti sogni alle spalle e davanti a sé. Memorie, sensazioni, pensieri, esperienze di chi, ancora giovane, sente il bisogno di raccontare, per poterci credere. A che cosa? Che i sogni, se si vuole, possono diventare realtà. E’ per questo che Michele ha deciso di scrivere la sua autobiografia, che, data la giovane età sarà un’autobiografia, come lui stesso dice “in progress”. “E’ la storia, come lui stesso dice, di un ragazzo qualsiasi che lotta per migliorare la sua situazione e realizzare progetti per il futuro, pur sapendo che la strada è in salita e piena di trappole. Una storia come quella di tanti altri ragazzi qualsiasi che popolano il nuovo Millennio con le speranze e le debolezze dei giovani di sempre”. Michele sa che non è facile sfidare questi tempi “avanzati e moderni” in cui la gente non ha più il tempo per fermarsi e riflettere, ma è sempre in guardia, pronto a combattere il suo “duello con il futuro”.
Copyright © La Villa dei Papiri - Tutti i diritti riservati
Webmaster